Elezioni 2013: “Gli italiani votano chi urla più forte”, reportage da Parigi

Nella sede del ‘Parti Socialiste’ di rue Solferino è stato ospitato lunedì 25 febbraio il Partito Democratico italiano di Parigi per assistere in diretta dall’estero ai risultati elettorali. La redazione di melty.it ha seguito l’evento.

Si percepisce nell’aria una profonda delusione alla sede del Partito Socialista francese di via Solferino, a due passi dall’Assemblea Nazionale. Questa sera è ospite qui il circolo del Partito Democratico di Parigi, costituitosi nel gennaio del 2009. Secondo i primi risultati il centrosinistra è in testa alla Camera, al Senato invece non c’è una maggioranza. La redazione di melty.it ha commentato queste prime proiezioni conBeatrice Biagini, segretario del PD a Parigi che tiene a ringraziare innanzitutto “il Partito Socialista francese che ha offerto la serata e la possibiltà di vedere insieme questo ‘sfacelo’, cioè” – si corregge con un colpetto di tosse- “questo risultato”. Le risate dei presenti sono amare, riflesso di una delusione che si fa davvero fatica a celare. “Nonostante l’ingresso di due liste nuove” ha continuato la Biagini “ il PD tiene, anche se gli alleati non hanno portato molti voti”. Nel frattempo il grande salone al piano terra dell’imponente edificio ha cominciato a riempirsi: ci sono famiglie con bambini, giovani studenti Erasmus, ricercatori e professori universitari e, chiaramente, i colleghi del partito francese che hanno fortemente voluto questa serata.

elezioni 2013 PD Parigi Beatrice Biagini

elezioni 2013 PD

elezioni 2013 PD parigi

elezioni 2013

Beatrice Biagini PD elezioni 2013

Davanti al grande schermo televisivo per apprendere le ultime oscillazioni percentuali c’è anche Sara Prestianni, candidata alla Camera nella circoscrizione Europa per SEL (Sinistra Ecologia e Libertà).“Non mi aspettavo affatto questo risultato” ha dichiarato la Prestianni “e al momento nutro una profonda perplessità circa la capacità di discernimento politico del popolo italiano che va sempre più dietro la politica dell’urlo e del populismo, seguendo semplicemente chi grida più forte”. L’urlatore Beppe Grillo con il suo Movimento 5 Stelle ha riportato un risultato oltre ogni previsione, superando addirittura il 20% : “Non si può ancora pensare ad un accordo con Grillo” ha continuato la candidata SEL,” anche perché finora, più che i candidati, abbiamo sentito parlare solo lui. D’altronde nel suo movimento ci sono persone che hanno un background politico molto diversificato, provenendo sia da schieramenti di destra che di sinistra, e chi, ancora, non ha nessuna formazione politica. E’ difficile dunque pensare di dialogare con un interlocutore di questo tipo”.

La sede del Partito Socialista francese

Sara Prestianni, candidata SEL per l'Europa

elezioni 2013

elezioni 2013

Elezioni 2013

Lo scenario di profonda ingovernabilità che si sta delineando in queste ore non aiuta certo una situazione economica e politica come quella in cui attualmente versa il nostro paese. La Prestianni si auspica che, seppur con un governo precario, sia possibile arrivare alla riforma elettorale. La delusione di un risultato sotto le attese sfocia nel disinteresse generale per quegli schermi prima presi d’assedio, nell’evocazione di una campagna elettorale che poteva essere condotta meglio e nel lento, ma graduale abbandono della sala.

 

Giulia Naddeo

 

http://www.melty.it/elezioni-2013-gli-italiani-votano-chi-urla-piu-forte-reportage-da-parigi-a109263.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...